La terapia chirurgica e laser del glaucoma

Il Dott. Ricci esegue il trattamento del glaucoma ad angolo aperto con  un intervento chirurgico altamente efficace – la Sclerectomia profonda non penetrante (NPDS). Questo tipo di chirurgia consente di ripristinare il naturale equilibrio del flusso dell’umore acqueo.  
Una caratteristica della NPDS è che al fine di facilitare il deflusso dell'umore acqueo dalla camera anteriore dell'occhio non è necessario effettuare una via di comunicazione tra l’interno e l’esterno dell’occhio. Ciò è ottenibile  con mezzi chirurgici (NPDS appunto) o con l'aiuto di un laser (la innovativa Trabeculoplastica Laser Selettiva ­– SLT- oppure la più obsoleta Argon Laser Trabeculoplastica .- ALT). L’intervento chirurgico tradizionale (chirurgia filtrante) è la trabeculectomia, la quale invece  ha lo scopo di creare una via di deflusso alternativa ed efficiente mettendo in comunicazione lo spazio intraoculare compreso tra iride e cornea con quello che si viene a creare al di sotto della membrana congiuntivale; alla trabeculectomia possono essere associati l’impianto di stent miniaturizzati.

I vantaggi della sclerectomia profonda non-penetrante (NPDS):

  • Trauma minimo per il tessuto oculare;
  • L'intervento viene eseguito in regime ambulatoriale;
  • Riabilitazione visiva spesso rapida (1 o 2 giorni);
  • Poche limitazioni durante il periodo post-chirurgico (il paziente è in grado di tornare alle proprie occupazioni un paio di giorni dopo l'operazione);
  • Assenza di complicazioni operatorie o post-operatorie gravi;
  • Assenza di stimolo alla formazione di una cataratta;
  • Il paziente non necessita di riposo a letto e di terapia locale intensa;

Inoltre la NPDS  rende possibile curare il glaucoma nelle fasi iniziali della malattia, quando non si sono ancora instaurate le alterazioni organiche nel sistema di drenaggio e le lesioni delle fibre del nervo ottico.

Nei  casi di glaucoma ad angolo chiuso  si effettuano sia la  chirurgia tradizionale (YAG-laser iridotomia, ecc) che l’estrazione del cristallino trasparente con impianto di IOL artificiale (in caso di rapporto anomalo tra le dimensioni del cristallino e quella dell’ occhio) .
Se il glaucoma è associato ad una cataratta il Dott. Ricci esegue un intervento chirurgico combinato per entrambe le condizioni.

Website by DD2006.net Web Agency