La miopia

La miopia, che cos'è?
miopia
La  miopia è la condizione che impedisce ad un occhio di vedere chiaramente gli oggetti che si trovano a distanze lontane. L'occhio miope non mette a fuoco l'immagine sulla specifica area della retina, ma mette a fuoco davanti ad essa. Come risultato, l'immagine appare sfuocata a causa di una discrepanza tra il potere del sistema ottico dell'occhio e la lunghezza dell'occhio. Come regola generale, l'occhio miope ha un bulbo oculare aumentato di dimensioni (miopia assiale), ma spesso la miopia può instaurarsi anche a causa di un aumento  del suo sistema refrattivo  (miopia d’indice). Si stima che nel mondo vi siano circa 1 miliardo di persone miopi.


Gradi di miopia:

 

  • bassa (fino a 3 diottrie),
  • media (da 3.25 fino a 6 diottrie),
  • alta (più di 6 diottrie). La miopia elevata può raggiungere valori di 15, 20, 30 D e di più.

Le persone miopi hanno bisogno di occhiali per vedere chiaramente a distanza e in molti casi anche a distanza più ravvicinata (quando la miopia supera le 6-8 diottrie o più).
La miopia può essere congenita o può svilupparsi nel corso della vita. A volte può aumentare e progredire . Una persona miope può vedere anche i piccoli dettagli a distanza ravvicinata, ma  più lontano si trova l'oggetto, meno chiaramente una persona è in grado di vederlo.
Spesso la miopia è associata all’ingrandimento del bulbo oculare e ciò determina uno stiramento (stretching) della retina. Più elevata è la miopia e maggiore è il rischio di alterazioni retiniche. Questi aspetti fanno sì che tutti i soggetti miopi si sottopongano regolarmente a visita oculistica presso un centro oftalmico qualificato. Per ulteriori approfondimenti si rimanda all'articolo sulle cause della miopia.

Website by DD2006.net Web Agency