Cristallini Multifocali

L'intervento di cataratta con impianto di cristallini multifocali di nuova generazione a Roma

Si tratta di lenti intraoculari in grado di ridare al paziente operato di cataratta la capacità visiva da vicino e da lontano senza il ricorso agli occhiali.
Le più recenti IOL multifocali utilizzano la tecnologia della diffrazione della luce in modo differente a seconda delle varie zone. Queste lenti hanno una struttura ottica complessa (multizona) e possono però determinare aberrazioni ottiche non tollerate da tutti i pazienti.
I cristallini multifocali (o IOL multifocali) si comportano in modo simile alle lenti progressive degli occhiali, comprendono varie zone che favoriscono la visione alle distanze multiple. Il cervello impara a utilizzare le differenti zone appropriate per una determinata distanza di visione (vicino, intermedia e lontano). Poiché lo spazio nella IOL è limitato le zone sono molto ridotte determinando in certi casi delle difficoltà a vedere solo attraverso una zona.
Le IOL multifocali, benchè tecnologicamente sofisticate, non garantiscono una visione perfettamente nitida a tutte le distanze e in ogni circostanza; inoltre spesso i pazienti lamentano un bagliore notturno e aloni attorno alle sorgenti luminose. Questi fenomeni abitualmente non creano nessuna difficoltà nella guida ma potrebbero non essere indicate nei casi di pazienti che svolgono una professione che richiede una perfetta visione notturna.

Le lenti multifocali non sono indicate se è presente un astigmatismo elevato ed in presenza di altre patologie oculari.

I migliori candidati per le IOL multifocali sono persone pratiche, dotate di realismo e non eccessivamente perfezioniste, in grado di accettare il compromesso di convivere con alcuni fenomeni di distorsione visiva pur di non dover dipendere dagli occhiali, che vengono eliminati del tutto o quasi.

I pazienti con cataratta in cui è possibile impiantare un cristallino artificiale multifocale ammontano statisticamente a circa il 30% del totale.

Una seconda tipologia di IOL utile a conseguire una visione da lontano e da vicino è rappresentata da lenti monofocali, che cercano di riprodurre l'accomodazione naturale dell'occhio (lenti accomodative) sfruttando un microspostamento della lente quando si contrae il muscolo ciliare.
I cristallini accomodativi, a differenza dei multifocali, riescono a mantenere solo una zona di fuoco per volta, esattamente come gli occhiali o le lenti a contatto. Vengono così eliminati alcuni fenomeni tipici delle IOL multifocali nella visione da lontano e notturna, quali bagliori e aloni. In cambio però non offrono la stessa qualità di visione da vicino garantita dalle IOL multifocali e quindi potrebbero essere necessario l’aiuto di occhiali per la lettura da vicino dei caratteri più piccoli.

In conclusione

Sia le IOL multifocali sia quelle accomodative offrono vantaggi e svantaggi ed è quindi indispensabile una accurata selezione del paziente. E’ necessario discutere con il proprio chirurgo se e quale tipo utilizzare in considerazione del proprio quadro clinico e stile di vita.

Website by DD2006.net Web Agency